introimage

La storia dei salesiani “Roma Don Bosco – Cinecittà”

Agli inizi degli anni cinquanta prende l’avvio la costruzione della Basilica Don Bosco, nella zona sud-est di Roma col... ...continua

introimage

Virtual tour 360°

  Scopri la residenza universitaria Don Bosco attraverso un innovativo virtual 3d. I nostri ambienti ti lasceranno se... ...continua

introimage

Iscrizioni 2018/2019

Sono aperte le iscrizioni alla Residenza Universitaria Don Bosco di Roma per l'anno accademico 2018/2019. Clicca qui p... ...continua

 

PROPOSTA EDUCATIVA

 

REGOLAMENTO

     

1- FINALITA’

La Residenza Universitaria Don Bosco di Roma  ha una finalità: offrire ai giovani, studenti universitari che frequentano le varie Università della città (statali, pontificie, private), ambienti idonei e confortevoli per lo studio, col supporto di un clima di accoglienza e amicizia teso a favorire la formazione umana e cristiana dei giovani  studenti.

La vita nella Residenza è fondata sulla leale condivisione delle finalità espresse nel patto educativo e richiede uno stile di vita coerente con tali principi.

Per questi motivi, gli studenti accettano di vivere in un ambiente in cui si propone e si può sperimentare una vita cristiana adulta, accettano di  partecipare alle proposte culturali e di vita di fede che sono offerte.

Fede, cultura e vita sono le tre dimensioni sulle quali la RU Don Bosco di Roma cerca di fare unità.

 

 

1 - DESTINATARI

Sono accettati soltanto studenti universitari, che hanno l’obiettivo primario di frequentare i corsi universitari e di impegnarsi nello studio.

Si richiede che gli impegni accademici e gli altri impegni dello studente universitario non siano incompatibili con i principi base della Proposta Educativa.

A tutti gli studenti viene richiesto un comportamento consono ai principi di base della Residenza Universitaria Don Bosco di Roma, e in particolare la convinzione che si frequenta l’Università per studiare e superare gli esami. Ciò richiede di dedicare allo studio e alla frequenza delle lezioni la parte più cospicua del proprio tempo.

     

2 –IDENTITA’

I Salesiani responsabili della Residenza Universitaria Don Bosco di Roma per realizzare tali finalità, si ispirano all’umanesimo  cristiano di San  Francesco di Sales e adottano il sistema educativo preventivo di Don Bosco basato su ragione-religione-amorevolezza.

 

2 – MATURAZIONE DELLA PERSONA

Ogni studente ha la responsabiilità di dare il proprio contributo di presenza, collaborazione e condivisione e, per questo, è invitato a collaborare all’interno di gruppi e attività culturali, liturgiche, di animazione e di volontariato, sportive …, che verranno proposte dalla Residenza Universitaria Don Bosco, compatibilmente con gli impegni di studio. 

     

3 - SPIRITO DI FAMIGLIA

Obiettivo della RU è quello di creare con gli studenti un sereno spirito di famiglia nel quale non ci si sente “ospiti” ma, nel rispetto del ruolo che ognuno responsabilmente è tenuto a svolgere, si cresce insieme condividendo momenti di vita in comune, sia formativi che ricreativi. La Residenza non è né vuole essere “un albergo” né “un collegio”.

L’incaricato dalla RU, in dialogo con i giovani, promuove e coordina le attività. E’ il responsabile dell’andamento generale e a lui si deve fare riferimento.

E’ importante che la famiglia mantenga la propria responsabilità educativa, attraverso contatti personali con la Direzione, la quale garantisce ampia disponibilità.

 

3 – CONTINUITA’ DELLA PRESENZA

Lo studente universitario deve segnalare per iscritto, nell’apposito registro delle assenze oppure via mail all’incaricato della RU, le assenze dalla Residenza Universitaria.

Elemento qualificante l’ambiente della RU è la “continuità di permanenza”. Per questo di norma, non si accettano universitari che si fermino qualche mese e/o qualche giorno durante la settimana.

     

4 – STILE DI COMPORTAMENTO

E’ fondamentale perciò che chiunque chieda di essere accettato nella Residenza Universitaria Don Bosco di Roma sia consapevole che gli viene richiesto di essere leale, sincero, onesto, responsabile e di vivere i principi basilari della fede cristiana. In altre parole la Residenza non accetta coloro che si definiscono “credenti ma non praticanti”.

Nella hall d’ingresso della Residenza è collocata una cappellina, luogo di riflessione, meditazione e preghiera personale, nonché di celebrazioni liturgiche. A quanti vi accedono è richiesto comportamento e abbigliamento rispettosi del luogo sacro. A tutti, quindi anche a chi non partecipa alla celebrazione, è richiesto il rispetto della stessa e di chi vi partecipa, evitando schiamazzi e chiacchere a voce alta nella hall e negli spazi contigui alla cappellina.

 

4 - VITA COMUNITARIA

Per favorire un ambiente sereno di studio è necessario sapersi gestire con maturità e, per questo, viene chiesto ad ogni studente di fare un uso consapevole dei media, di non usare apparecchi audio video a volume alto per rispettare se stessi e gli altri. 

L’uso del cellulare, di radio, di strumenti musicali o altro deve essere gestito nel rispetto dei vicini.

Si chiede l’uso responsabile anche degli ambienti comuni e dei cucinini: rispettare le attrezzature della Residenza e degli altri studenti, mantenere ordine e pulizia.

Non è consentito introdurre nella Residenza stampe o video contrarie alla morale cristiana o di genere pornografico.

Bestemmie o linguaggi volgari denotano solo immaturità e qualunquismo, oltre il mancato rispetto per chi crede: per questo motivo non sono assolutamente consentiti e saranno sanzionati con i provvedimenti di cui all’art. 9 del presente regolamento.

Amici o colleghi di studio non possono essere ricevuti nella propria camera, ma si possono ricevere solo nei locali comuni del piano terra(biblioteca, sale studio, sala giochi e TV, sala conferenze, cappella). Del loro comportamento è responsabile e se ne fa garante colui che li ha invitati; sarà sua cura presentare la Residenza nelle sue finalità e missione e informare circa il regolamento.

In ogni caso, se intende accogliere in Residenza parenti o amici o colleghi, lo studente deve darne preventiva segnalazione all’incaricato della RU o all’addetto in portineria (è comunque vietato accogliere ospiti dopo le 23).

In ottemperanza all’art. 51 della legge 3/2003, per motivi di sicurezza comune e di salute, è vietato fumare all’interno della Residenza. Ogni violazione sarà sanzionata

 

 

 

5 - PROPOSTE CULTURALI E RELIGIOSE

Viene richiesta la partecipazione di tutti gli studenti:

  • ad incontri di formazione culturale, umana e cristiana, che si tengono durante l’anno, in giorni da stabilire, dalle ore 21,30 alle ore 23,00;
  • a momenti di ritiro spirituale in preparazione al Natale, alla Pasqua e a fine anno;
  • a un turno di Esercizi Spirituali lungo l’anno.
   

 

L’OFFERTA LOGISTICA DELLA RU DON BOSCO di ROMA

 

LA STRUTTURA

 

I SERVIZI

     

1 – LA STRUTTURA

La Residenza Universitaria Don Bosco è situata nel Quartiere Don Bosco di Roma (nei pressi degli stabilimenti di Cinecittà, Metro A stazione Giulio Agricola).

 

1 – IMPIANTI SPORTIVI

Le strutture sportive e il cortile dell’Oratorio sono disponibili per gli studenti universitari della RU Don Bosco, in orari e modalità che vengono concordate tra l’incaricato RU e il Direttore dell’Oratorio.

 

     

2 – PARTI COMUNI

La struttura edilizia moderna e funzionale, con adeguati impianti tecnologici, è provvista, oltre che di camere singole o doppie con servizi, arredate e attrezzate, anche di ampi locali comuni (cappella, sala riunioni, biblioteca, sale studio, sala giochi e soggiorno, sala mensa).

Per l’uso delle parti in comune, ogni studente dovrà curare di mantenere l’ordine, nonché avrà l’obbligo di mantenere un comportamento decoroso.

Terminato lo studio e le attività, lo studente lascerà l’ambiente libero da ogni materiale e in ordine, in modo che sia disponibile per altri studenti e per la puliziaed in caso sia l’ultimo a lasciare l’ambiente si occuperà di spegnere eventuali luci, o altri dispositivi accesi, per evitare lo spreco di energia preziosa per tutti.

 

2 – PERIODO DI APERTURA E TERMINE DELLA PERMANENZA

Il periodo di apertura della Residenza va dal 01 ottobre al 31 luglio per un totale di 10 mesi.

Per il periodo natalizio la Residenza rimane chiusa ordinariamente dal 22 dicembre al 04 gennaio del nuovo anno (e comunque secondo un calendario determinato all’inizio dell’anno accademico).

Entro il 31  Luglio, tutti gli studenti lasceranno libera la camera e restituiranno chiave della stanza e badge per l’apertura della porta di ingresso. Lo studente è a conoscenza del fatto che, ogni cosa che verrà trovata in stanza e/o nel proprio armadietto e/o nel frigorifero e/o nel congelatore, dopo la consegna delle chiavi, verrà gettata nei rifiuti o data in beneficenza.

Per gli studenti che decideranno di iscriversi e saranno quindi riammessi al successivo anno, verranno messi a  disposizione degli spazi per lasciare eventuali oggetti o materiali. La Residenza declina ogni responsabilità in caso di furto e/o danneggiamento degli stessi.

Inoltre, a inizio anno accademico, per poter garantire l’adeguata sistemazione della camera, lo studente è tenuto a comunicare tramite mail il primo arrivo in Residenza, con almeno 5 giorni di preavviso.

     

3 - CAMERA

Ogni studente  è alloggiato in camera singola o doppia con servizi. La camere sono ampie e confortevoli munite di telefono diretto (in entrata)  e della connessione internet.

Al momento del suo ingresso, ogni studente riceve in consegna detta camera (singola o doppia), di uso strettamente personale, fornita di arredi, che terrà pulita e in ordine e che restituirà nel medesimo stato, salvo il normale deperimento di uso.

Qualsiasi modifica nella sistemazione logistica nonché ogni arredo aggiuntivo devono essere previamente autorizzati dall’incaricato RU.

Per esigenze di servizio e di sicurezza, l’incaricato RU dispone dei badge di ciascuna stanza.

La Residenza non risponde di valori e/o beni che lo studente conservi in stanza.

E' vietato allo studente riporre sul davanzale della propria camera qualsiasi tipo di oggetto e/o pianta. La Residenza non risponde di eventuali danni che possano essere cagionati a terzi da oggetti caduti dai davanzali delle camere

 

 

3 – SERVIZIO INTERNET

La connessione internet è normata da un Regolamento che lo studente accetta e firma ogni  anno, e risponde al criterio generale che internet viene fornito per lo studio. Ogni altro uso è vietato, soprattutto quello che provoca danno a tutti gli altri studenti universitari, nonché ogni uso distorto e moralmente non corretto, nonché ogni uso fatto in violazione di norme di legge

     

4 – NORME COMPORTAMENTALI

Ogni studente è responsabile della propria camera, rispetta e conserva il mobilio e le attrezzature inventariate dall’ufficio amministrativo e risponde, personalmente (o in solido con il compagno di stanza) di eventuali danneggiamenti causati all’interno della propria stanza o nei luoghi di uso comune e dovrà provvedere al risarcimento, fatta salva la facoltà della Direzione di adottare provvedimenti disciplinari. Nel caso in cui non sia possibile individuare l’autore del danno, ciascuno studente contribuirà in solido al risarcimento del danno stesso con gli altri assegnatari di camera, piano o residenza.

La perdita del badge della stanza dovrà essere tempestivamente dichiarata alla Direzione che provvederà a disattivare la medesima tessera e a consegnarne una nuova, unitamente a riscuoterne il risarcimento.

Nelle camere non è consentito l’uso di elettrodomestici.

E’ vietato tenere frigoriferi, fornelli di qualsiasi tipo, stufe a gas o elettriche, bollitori (dlgs. 81/2008 e succ. mod.).

È inoltre vietato conservare in camera prodotti alimentari deperibili.

È inoltre vietato introdurre nella Residenza, oltre che nella propria stanza, qualsiasi tipo di animali, bevande alcooliche e sostanze stupefacenti.

Agli studenti non è permesso scambiare la propria stanza con altri studenti ospiti della RU né cedere il proprio letto ad estranei (anche se familiari).

La Direzione si riserva la facoltà di verificare come lo studente mantiene la camera.

 

 4 - GUASTI

Gli studenti sono tenuti a segnalare ogni eventuale anomalia, guasto agli impianti (compilando la scheda di manutenzione), presenza di estranei nel collegio, nonché a facilitare il personale nell’adempimento delle sue mansioni. Lo studente non può chiedere al personale alcun servizio, specie se diverso da quello relativo alle rispettive mansioni. Ogni eventuale richiesta e rilievo dovrà essere rivolto alla Direzione.

 

 

 

5 - PASTI

La Residenza Universitaria Don Bosco di Roma non offre servizio di mensa, e quindi ogni studente deve provvedere in proprio usufruendo del servizio mensa (diretto o convenzionato) offerto dalle Università di Roma

 

5 - CUCINA

I cucinini posti nei tre piani della Residenza sono a disposizione per la preparazione dei pasti. Nelle ore notturne il gas viene disattivato automaticamente dalle ore 23 alle ore 6.

Le attrezzature dei cucinini, nella quantità e qualità che viene fornita e che la Direzione ritiene sufficiente, sono di proprietà della RU Don Bosco e sono a disposizione di tutti. La Direzione non risponde di eventuali attrezzature acquistate da uno o più studenti.

     

6  – IMPEGNI PERSONALI

Ogni studente si regola liberamente e responsabilmente, in base ai propri impegni di lezione e di esami, per gli orari della giornata e la gestione della propria vita in Residenza. Per lo studio personale sono a disposizione degli studenti  universitari due sale studio
   
     
   

7 - MALATTIA

Per poter usufruire gratuitamente, in caso di malattia, del medico, lo studente universitario deve iscriversi provvisoriamente all’assistenza sanitaria della Regione Lazio.

La Direzione non assume alcuna responsabilità per la gestione della salute individuale e per eventuali casi di malattia.

     

8 - ORARI

Ogni studente, che è fornito anche di un badge (di esclusivo utilizzo personale) per l’apertura automatica della porta di ingresso, è tenuto a rispettare l’orario di rientro serale in Residenza, ossia le ore 23,00.

In casi eccezionali, previamente concordati con l’incaricato della RU, verrà fornito allo studente un badge 24H (che permetterà il rientro in residenza anche dopo le 23), il cui utilizzo è limitato ad una sola sera e che dovrà essere restituito entro le ore 12 del giorno successivo alla sera di utilizzo. Ogni violazione sarà sanzionata.

Dopo le 23, ogni studente dovrà ritirarsi nella propria stanza, ed evitare anche di rimanere nelle sale comuni (sala giochi e TV, sale studio, sala riunioni/proiezione, cucinini) e nei corridoi. Dopo tale ora in tutta la Residenza si rispetta il silenzio per favorire il riposo e/o lo studio personale.

 

E’ comunque importante che ogni studente sia convinto che fare molto tardi la notte significa non studiare durante il giorno e quindi sprecare del tempo prezioso.

 

In ogni caso,in ogni ora della giornata, è richiesto un comportamento del tutto rispettoso delle esigenze di studio e di riposo di ciascuno studente della RU.

 

   
     

9 – PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

La Direzione, nell’ambito della scelte educative e per tutelare il progetto educativo, può, per gravi motivi, a suo insindacabile giudizio, adottare provvedimenti disciplinari in forma di richiamo verbale, ammonizione scritta, allontanamento temporaneo o definitivo, anche immediato, in corso di anno.

Sono considerati gravi motivi, fra le altre cose: la continua trasgressione del Regolamento e del patto educativo, la mancanza di impegno nello studio, la mancanza di rispetto verso persone, oggetti, strutture; l’ingiustificata assenza agli incontri formativi; l’abituale mancata partecipazione ai momenti di vita comunitaria, uno stile di vita che si pone in contrasto con le finalità e l’identità stessa della RU, l’introduzione nella RU di sostanze stupefacenti.

ACCETTAZIONE O DIMISSIONE RU DON BOSCO di ROMA

 

PRIMA ISCRIZIONE

 

ISCRIZIONI ANNI SUCCESSIVI

     

1 – PRIMA ISCRIZIONE

La prima iscrizione è subordinata al colloquio iniziale, fatto dall’incaricato della Residenza Universitaria, con lo studente e la famiglia, e all’eventuale accettazione da parte dell’incaricato stesso

 

1- RIAMMISSIONE

L’iscrizione agli anni successivi e quindi la riammissione per i successivi anni accademici è subordinata ad un colloquio , fatto dall’incaricato della Residenza Universitaria con lo studente, e alla accettazione da parte del medesimo incaricato.

Nel predetto colloquio, attenzione è data alla verifica del superamento degli esami in calendario,  alla partecipazione alle proposte formative della RU, alla verifica  della condotta tenuta dallo studente nel corso dell’anno, nonché all’inserimento dello studente nella comunità.

 

     

2 - CONDIZIONI

L’ammissione è comunque subordinata alla accettazione da parte della RU, alla sottoscrizione del patto educativo e del regolamento, alla sottoscrizione del contratto, nonché alla presentazione della seguente documentazione:

  1. Sottoscrizione e accettazione del Regolamento “Norme relative all’accesso ed all’uso della rete informatica”;
  2. Certificato di iscrizione all’Università o documento equipollente;
  3. Certificato medico di sana e robusta costituzione e idoneità alla vita comunitaria;
  4. Fotocopia carta di identità e tessera sanitaria;
  5. 2 foto tessera;

Versamento della quota di iscrizione annuale + contributo di soggiorno di Roma Capitale e della rata del primo mese.

 

 

2 - CONDIZIONI

La riammissione per l’anno successivo è subordinata alle seguenti condizioni:

  • Consegna all’incaricato RU entro il 15 Giugno del modulo di riammissione, unito alla documentazione che attesti gli esami superati;
  • Colloquio con l’incaricato RU;
  • Presa visione e accettazione/condivisione del regolamento interno e del patto educativo;
  • Conferma della riammissione da parte dell’incaricato RU;
  • versamento della quota di iscrizione annuale + del contributo di soggiorno di Roma Capitale e della prima mensilità del nuovo anno accademico.

La permanenza dello studente nella Residenza è condizionata dalla serena convivenza nell’ambiente, da uno stile di studio serio con relativa presenza alle lezioni e il superamento degli esami, dalla convinta testimonianza di vita cristiana che costituisce lo scopo primario della nostra Residenza Universitaria.

La mancata osservanza dei principi e delle norme che regolano la vita della nostra Residenza, nonché la mancata osservanza del regolamento e del patto educativo, autorizza la  direzione  alla non riaccettazione per l’anno successivo o alla esclusione, anche immediata, del soggetto durante l’anno in corso e/o in ogni caso all’adozione di provvedimenti disciplinari.

E’ consentito, altresì, allo studente che non si trovasse a proprio agio nella Residenza o per altre motivazioni, di comunicare le proprie dimissioni dalla stessa, con un preavviso scritto minimo di due mesi, In entrambi i casi (esclusione e dimissioni), lo studente è tenuto al regolare e puntuale versamento delle rette mensili, rispettivamente sino al periodo di soggiorno e sino alla scadenza del menzionato periodo di preavviso.

     

LE CONDIZIONI ECONOMICHE

  • Ogni studente all’atto della prima iscrizione o rinnovo versa una tassa annuale e il contributo di soggiorno richiesto dal Comune di Roma.
  • La retta mensile va versata entro il 5 di ogni mese con accreditamento su conto correte bancario di cui saranno fornite le coordinate. Lo studente è tenuto a conservare fotocopia del versamento effettuato.
  • L’anno accademico parte dal 1 ottobre e termina il 31 luglio. Lo studente, quindi, è tenuto a versare, per questi mesi, la retta mensile anche se non è presente.
  • La camera va lasciata completamente libera da effetti personali alla fine di luglio. Durante il mese di Agosto la Residenza resterà chiusa. Particolari esigenze di studio da parte di alcuni studenti per il mese di settembre vanno concordate preventivamente (entro il mese di luglio) con il responsabile salesiano.

 

 

© 2012 Residenza Universitaria Don Bosco Roma. All Rights Reserved.